Una coraggiosa Carpe Diem Calolzio lotta contro i Legnano Knight, perdendo nonostante una clamorosa rimonta nell’ultimo quarto.

La Carpe Diem inizia il primo quarto in maniera pimpante. Un mini parziale a metà quarto permette agli uomini di coach Angelo Mazzoleni di creare un piccolo vantaggio (11-6) che i lecchesi si porteranno fino alla fine della frazione, grazie all’ottimo impatto di Federico Zambelli e Davide Perego (17-13).

Nel secondo quarto i Knights iniziano alla grande. Calolzio reagisce, ma il terzo fallo di Perego complica ulteriormente la partita della Carpe Diem che vede Legnano scappare via con un micidiale parziale di quattordici punti consecutivi.

La ripresa inizia coi calolziesi che devono recuperare oltre dieci punti di scarto (25-36). La squadra di casa prova a scuotersi coi canestri di Perego e Zambelli, ma Legnano è una corazzata che non sembra volersi fermare (33-47). La tripla di Maiocco porta i Knights oltre i venti punti di scarto prima della fine del terzo quarto (36-58), che si concluderà sul punteggio di 45-61 grazie ad uno scatenato Leonardo Meroni, autore di sette punti in un amen.

Con un ultimo quarto “alla Garibaldina” la Carpe Diem Calolzio riesce a tornare sino al meno sei (68-74) a un minuto dalla fine. La tripla per dimezzare lo svantaggio di Zambelli non trova il fondo della retina e la partita si chiude sul punteggio di 68-76 per gli ospiti.

“Purtroppo la classifica è sempre più difficile. Oggi devo dire che abbiamo avuto una reazione d’orgoglio, dopo essere andati sotto di oltre venti punti, e l’abbiamo quasi rimessa in piedi. CI serve una vittoria per sbloccarci” ha dichiarato coach Mazzoleni a fine gara.

CARPE DIEM CALOLZIO – AXPO LEGNANO KNIGHTS 68-76

PARZIALI: 17-13, 25-36, 45-61.

CARPE DIEM CALOLZIO:
Zambelli 14, Meroni 20, Bonacina 3, Floreano 2, Perego 10, Galluccio, Butti 3, Ferrario 2, Allevi 8, Galli, Porro 6.
All. Mazzoleni.

AXPO LEGNANO KNIGHTS:
Negri 10, Roncari 9, Di Dio 18, Maiocco 8, Fasani, Guidi 11, Angiolini, Corti 8, Speronello 12, Tognati, Azimonti, Ballarin.
All. Saini.